Visualizzazioni totali

sabato 4 febbraio 2012

Fagioli e scarole



Qualche settimana fa guardando il blog di Pasquale ( http://isaporidelmediterraneo.blogspot.com/ ) ho visto una ricetta (fantastica) che ha riportato alla memoria delle mie papille gustative uno dei piatti migliori della cucina di mia nonna, cioè i fagioli con le scarole! Sono anni che ormai non li assaggiavo più e ogni tanto mi dicevo:”Domani li preparo”!!!…domani  li preparo, ma alla fine non li preparavo mai, perché l’operazione di “messa a mollo” dei fagioli e la relativa cottura mal si sposano con i tempi stretti della mia “cucina romana”!!!! Approfittando invece di questo ponte di riposo forzato causa neve  (Roma è praticamente addormentata!!!) mi sono decisa a prepararli. Chiaramente NULLA a che vedere con la ricetta preparata da Pasquale, né per preparazione né per risultato finale,  e a dire il vero nemmeno con quello che preparava la nonna (L) ma come si sul dire … ci ho provato!!!! 
E’ una ricetta semplicissima, facile da preparare (a parte la cottura dei fagioli che hanno i loro tempi), ma davvero gustosissima;

La sera prima si prendono i fagioli secchi, si lavano e si mettono in ammollo con una punta di bicarbonato, al mattino di sciacquano e si mettono a cuocere;  Una volta cotti si tengono da parte assieme alla loro acqua di cottura; separatamente  si fa soffriggere in olio extravergine un poco di cipolla, peperoncino  ed uno spicchio intero di aglio (che io levo subito dopo aver appassito la cipolla), si aggiungono i fagioli con parte dell’acqua, una scarola precedentemente sbollentata in acqua e sale, e si fa insaporire il tutto una decina di minuti, regolando di sale;
A fine cottura si impiatta, si aggiunge un filo di olio a crudo e se si gradisce qualche crostino di pane (magari appena tostato e non carbonizzato come il mio che è stato dimenticato in forno!!!!).

PS: Caro Pasquale, se ti avanza un “pignatiello” per la cottura dei fagioli me lo mandi!!!!?????? ;-)

4 commenti:

  1. Martina la super assaggiatrice5 febbraio 2012 15:27

    aaaaaaaaaaa..... ma allora ci stai a prende gusto a fa le cose senza di me... va beh diciamo che questo piatto lo rifaremo di sicuro senza fatica... ma purteoppo con fagioli in scatola... p.s e comunque per due centrimetri di neve che fanno li non si può addormentare un intera citta e su.... stupido ponte!!! ma sn contenta così ti rioposi... ma se cucini ancora t faccio chiamare dalla protezione civile così fai altro!!! :-)

    RispondiElimina
  2. un bel piatto rustico della tradizione, adattissimo a questi giorni di gelo...

    RispondiElimina
  3. Annaly che bel post che hai fatto che da specchio a coinvolto anche me, quando si parla di tradizione o di nonni sulle nostre labbra compare il sorriso di ricordi indimenticabili che ci hanno donato.
    Ti ringrazio di cuore per le fantastiche parole che mi hai dedicato, ti vado subito a condividere sul mio Profilo Fc.
    PS.Se ti servono i fagioli cotti nel pignatiello no problem, forse non sai che lavoro a Roma.
    A Presto

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Pasquale!!! :-)
    Ennò..non sapevo che sei a Roma! :-)

    RispondiElimina